I Primi Passi nel Mondo dell’Extension Ciglia per i Principianti

I Primi Passi nel Mondo dell’Extension Ciglia per i Principianti

Entrare nel mondo dell’extension ciglia come principiante richiede non solo di padroneggiare le tecniche di base, ma anche di procurarsi il kit giusto per svolgere tale procedura. La soluzione ideale è seguire dei corsi con formazione individuale, dove ogni studente riceve l’attenzione che merita. Per trasformare la teoria in pratica, un aspirante lashmaker dovrà acquistare i materiali e gli strumenti necessari per il lavoro. Questi possono essere trovati in negozi specializzati, dove è sempre disponibile un kit per il lashmaker. Se lo si desidera, tutti gli elementi possono essere acquistati separatamente.

Materiali per l’Extension Ciglia

La qualità del materiale utilizzato dal lashmaker durante il lavoro non influisce solo sull’aspetto estetico delle ciglia applicate, ma anche sulla loro durata. Quando si sceglie il materiale, è consigliabile optare per marchi affidabili, la cui qualità dei prodotti è indiscussa.

Materiali essenziali per un lashmaker sempre a portata di mano:

  • Ciglia: All’inizio della carriera, al master sarà sufficiente avere ciglia di colore nero di varie lunghezze, spessori e curve.
  • Colla per ciglia: Per i principianti, è preferibile una colla che asciuga più lentamente. Questo darà tempo per aggiustare la ciglia, se non si riesce a posizionarla correttamente al primo tentativo.
  • Sgrassatore: Pulisce le ciglia dalla polvere e dal trucco, garantendo un’eccellente adesione tra la ciglia naturale e quella applicata.
  • Primer: Potenzia l’effetto della colla utilizzata per l’applicazione delle ciglia.

Per evitare che le ciglia superiori si attacchino a quelle inferiori durante la procedura, il lashmaker utilizza dei cuscinetti o un nastro speciale. Per rimuovere le ciglia applicate si usa un remover. Per le pelli sensibili è ideale un remover in crema, mentre la versione liquida viene solitamente utilizzata per rimuovere le ciglia in modo puntiforme.

L’equipaggiamento del master include lampade, un lettino, un armadietto per conservare i materiali di consumo. A un principiante sarà utile anche uno specchio con un lungo manico per controllare l’intero processo. Grazie ad esso, è possibile valutare il risultato da qualsiasi angolazione. Il nebulizzatore facilita la rapida polimerizzazione della composizione adesiva.

Strumenti Necessari

All’inizio della sua carriera, ogni master avrà bisogno del minimo indispensabile degli strumenti. Gli strumenti di un lashmaker includono pinzette, una palette o una pietra per la colla, un vassoio per le ciglia, spazzoline per pettinare, forbici e un ventilatore. Esaminiamo ogni strumento separatamente.

Pinzette Devono essercene almeno due. Una serve per tenere la ciglia naturale, l’altra per applicare quella artificiale. Le pinzette possono essere fatte di materiali diversi, ma quelle in acciaio inossidabile sono considerate l’opzione migliore per il lavoro. I modelli più leggeri sono estremamente confortevoli per i principianti, poiché lavorare con essi non stanca le mani.

Pietra per Colla Grazie alla pietra di giada, la colla mantiene le sue proprietà, non si addensa e non si diffonde, consentendo un utilizzo più economico durante il lavoro. La pietra viene pulita con prodotti a base di acetone. Al posto della pietra, è possibile utilizzare anche la pellicola di alluminio o le palette per colla.

Vassoio per Ciglia Un vassoio per ciglia aiuta a organizzare lo spazio di lavoro, viene utilizzato per selezionare le ciglia della dimensione necessaria per un cliente specifico. La superficie trasparente del vassoio consente di vedere bene le ciglia quando vengono rimosse dal nastro.

Spazzoline Utilizzando le spazzoline, il master pettina le ciglia, applica sulle ciglia applicate il sigillante. Le spazzoline variano nella forma, nel materiale di fabbricazione e nella densità delle setole. Oggi sono ampiamente utilizzati modelli con setole rigide e flessibili.

Pera, Ventilatore La pera è usata per asciugare la colla. Crea un flusso d’aria mirato, consentendo di asciugare rapidamente una determinata area. Grazie alla superficie strutturata, l’attrezzatura non scivola dalle mani, semplificando notevolmente il lavoro del master.

Gli esperti raccomandano di acquistare per il lavoro solo materiali e strumenti di qualità. Sul mercato nazionale sono presentati diversi marchi. I principianti nel mondo del lashmaking possono scegliere sia prodotti economici di buona qualità sia materiali del segmento di lusso.

Per coloro che stanno appena iniziando il loro viaggio nel mondo delle extension per ciglia, l’opzione ideale sarebbe formarsi con esperti del settore. La nostra Anastasia Vdovichenko è una delle migliori in questo campo, offrendo corsi in cui non solo acquisirete tutte le conoscenze e le competenze necessarie, ma avrete anche l’opportunità di applicarle nella pratica sotto la sua guida. Visitate la sua pagina Instagram per scoprire di più sui corsi offerti e vedere esempi di lavori: Anastasia Vdovichenko Instagram.

Conclusione

L’inizio della carriera di un lashmaker richiede non solo conoscenze teoriche e abilità pratiche, ma anche un set attentamente selezionato di strumenti e materiali. Investire in una formazione di qualità e in materiali professionali garantirà non solo un inizio di carriera sicuro, ma anche un successo a lungo termine in questo campo. Iniziate la vostra formazione con i corsi di Anastasia Vdovichenko per porre una solida base per la vostra futura carriera di lashmaker.

Cosa sono le curvature delle extension ciglia e come scegliere quella adatta?

Curvature di extension ciglia

La curvatura è uno dei tre parametri essenziali che si deve considerare quando si parla di extension ciglia. Distingue la traiettoria del pelo, la direzione, la dimensione della rientranza. Questa è la natura della curvatura, che permette di scegliere le ciglia per il tipo di occhi, a seconda della loro struttura anatomica, e creare effetti diversi per uno sguardo espressivo.

Come si dividono le curvature? I master più esperti le dividono in :naturali,intense e creative.

Prima di spiegare con precisione le caratteristiche esatte delle curvature, vediamo le regole generali da seguire per scegliere le extension ciglia giuste.

Come scegliere le extension ciglia: lunghezza e spessore.

Tutte le extension ciglia hanno tre parametri principali: lunghezza, spessore e curvatura.

Ogni lunghezza è adatta per un effetto e per una forma dell’occhio precisa. Il maestro dovrebbe concentrarsi sulle ciglia naturali, sulla forma degli occhi e sull’effetto che deve essere ottenuto. Le lunghezze più comuni sono 8 mm e 12 mm, ma per gli angoli interni sono necessarie ciglia più corte.

Secondo lo spessore, le ciglia sono divise in tre gruppi: sottili, medie, spesse. Nella scelta, il maestro deve concentrarsi sullo spessore delle ciglia naturali del cliente e sull’effetto che vuole andare ad ottenere

  • Sottili: 0,05; 0,07 (adatto per volumi e iper volumi)
  • Medie: 0,085, 0,10; 0.12 (per classico)
  • spesse: 0,15 (per classico, se il cliente ha ciglia naturali folte)
  • Per un effetto classico, sono adatti spessori di 0,085 – 0,15, per volumi 2D e 3D – 0,07, per ipervolumi – 0,05.

Quale curvatura  scegliere?

Per scegliere la curvatura adatta, la lashmaker, dovrebbe tener conto della struttura dell’occhio della cliente e sulla direzione delle ciglia naturali.

Le curvature più utilizzate sono: B, C e D

Le curvature B e D sono semplici da lavorare e risulteranno naturali. La curvatura D invece, viene utilizzata con clienti che hanno le ciglia rivolte verso il basso o nel caso in cui è stato richiesto un effetto “bambola”.

Per scegliere la giusta curvatura, il master deve osservare con attenzione l’occhio della cliente e le sue caratteristiche. Deve essere in grado di adattare la giusta curvatura alla forma dell’occhio e del viso della cliente.

Curve naturali:

Curvatura CC:  è una curvatura che ti permette di creare un effetto luminoso. Solleva le ciglia, apre lo sguardo e ti permette di ottenere un risultato abbastanza naturale. Quindi va utilizzato se la cliente vuole un effetto naturale, ma allo stesso tempo vuole uno sguardo luminoso e più aperto.

Curvatura D: Dona uno sguardo luminoso, ingrandisce gli occhi e rende lo sguardo molto più aperto ed espressivo.

Curve creative:

Curvatura L: Consigliata per occhi infossati e per chi vuole ottenere un effetto particolare.

Curvatura M: è una curvatura molto luminosa ed aiuta a rendere l’occhio più vivo e definito. Utilizzando la curvatura M si otterrà uno sguardo più aperto

Pro e contro delle curvature

Utilizzando l’esempio di due curvature, ti faremo capire i pro e i contro di utilizzare curvature creative.

Vantaggi della curvatura L:

Grazie alla sua base è facile attaccare le extension alle ciglia naturali. Apre lo sguardo e solleva la palpebre cadente.

Cosa è importante considerare quando si lavora con la curvatura L?

  • Durante l’applicazione, ti consigliamo di inclinare verso di te la mano.
  • Non applicare questo tipo di curvatura su ciglia che crescono verso l’alto
  • La direzione della base deve essere di 90 gradi.
  • Ti consigliamo di utilizzare una colla elastica durante l’applicazione, così da poter correggere l’inclinazione della ciglia.

.

Vantaggi della curvatura M:

  • Adatta a chi ha una forma dell’occhio tonda.
  • Crea volume
  • Se la si applica sugli angoli esterni, aumenta la distanza tra gli occhi.

Cosa è importante considerare quando si lavora con la curvatura M:

  • Bisogna prestare attenzione durante l’applicazione
  • Non va applicata su chi ha palpebra cadente o occhi infossati.
  • e le ciglia della cliente ha una crescita veloce, la curvatura M non è quella adatta per lei.
  • Se le ciglia naturali della cliente crescono in diverse direzioni, la durata del trattamento rischia di diminuire.

Effetti delle extension ciglia.

Con extension di diverse lunghezze e curvature è facile creare diversi look!

  • Naturale

L’effetto naturale è un effetto che sta bene a tutti. Rende lo sguardo più espressivo e aperto, ingrandisce gli occhi e senza modificarne la forma.

  • Volpe

Questo è un effetto che tende ad allungare la forma dell’occhio, allungando gli angoli esterni.

E regala all’occhio una particolare forma a mandorla.

  • Scoiattolo

Simile all’effetto volpe, ma tende ad enfatizzare più il centro dell’occhio. Corregge l’occhio sporgente e tende ad aprire lo sguardo. Adatto a chi possiede una forma dell’occhio a mandorla o possiede un occhio allungato.

  • Effetto Kim Kardashian

In questo effetto non tutte le ciglia hanno la stessa lunghezza, quindi, si otterrà una rima cigliare non uniforme. Questo è un effetto che dona lucentezza e originalità al viso della cliente. Per la realizzazione di questo effetto, però, si deve avere un certo livello di preparazione e abilità.